Esplora contenuti correlati

Congedo di maternità

Maggiore flessibilità del congedo di maternità (articolo 1, comma 485, legge n. 145/2018)

Le future madri potranno scegliere di lavorare fino al nono mese di gravidanza a condizione che il medico specialista del Servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato e il medico competente ai fini della prevenzione e tutela della salute nei luoghi di lavoro attestino che tale opzione non arrechi pregiudizio alla salute della gestante e del nascituro. I cinque mesi di congedo di maternità potranno, pertanto, essere goduti dopo l’evento parto.

Torna all'inizio del contenuto